Benvenuti nel blog di Shiatsu Life, uno spazio dedicato allo Shiatsu e all’informazione sul benEssere.
Qui potete trovare una raccolta di studi, ricerche, articoli e altro che riguardano l'Essere Umano nella sua totalità.
Le voci "Su di me", "Trattamenti" e "Contatti" vi porteranno direttamente al sito ufficiale di Shiatsu Life

"Non mi sono accadute che cose inaspettate. Molto avrebbe potuto essere diverso se io fossi stato diverso. Ma tutto è stato come doveva essere; perché tutto è avvenuto in quanto io sono come sono." Carl Gustav Jung

lunedì 5 novembre 2012

Nuova importante scoperta per la sopravvivenza cellulare


E' stato scoperto un nuovo meccanismo che regola finemente la sintesi di alcune proteine considerate necessarie per la sopravvivenza cellulare. Il meccanismo coinvolge una nuova classe di RNA che, pur non codificando per alcuna proteina, è in grado di aumentare la sintesi cellulare di proteine specifiche.

La ricerca, appena pubblicata su Nature, è stata coordinata dal Prof. Stefano Gustincich della SISSA di Trieste e direttore del laboratorio della Fondazione Armenise-Harvard, con il contribuito di Elia Stupka del San Raffaele di Milano, del gruppo del Prof Stefano Biffo del San Raffaele e del dell'Università del Piemonte Orientale e del Prof Claudio Santoro del Dipartimento di Scienze della Salute, Novara, del Riken Institute di Yokohama (Giappone), dell'Università di Trieste e dello spagnolo Hospitalet de Llobregat.

Lo studio è stato finanziato dalla commissione Europea tramite il finanziamento del Settimo Programma Quadro per il progetto "Dopaminet", dalla Fondazione Armenise-Harvard e dalla Compagnia di San Paolo.

L'attività di questi RNA, definiti antisenso (AS), dipende da una loro peculiare struttura - il SINEB2 responsabile dell'aumento della sintesi proteica - e dalla loro capacità di legare in modo selettivo il mRNA codificante per una determinata proteina.
Quando nella cellula un RNA AS incontra il suo mRNA, la sintesi della proteina codificata da quest'ultimo è aumentata.

venerdì 2 novembre 2012

Endorfine: la droga del corpo.


In questo momento stai mangiando del cioccolato? Hai appena finito appena l’ allenamento mattutino o la camminata serale? Se la risposta è si, il vostro corpo in questo momento sta producendo i propri oppiodi o molecole simili alla morfina. Questi oppioidi sono denominati endorfine e sono responsabili dell’ attivazione di moltissimi processi corporei che, a loro volta, alleviano il dolore e milgiorano l’umore.
Che cosa sono endorfine e come funzionano? Ecco qua le risposte.

I quattro tipi principali di endorfine
La parola “endorfina” significa “la morfina nel corpo” (endo =“all’interno del corpo” orfina = ” morfina”). Le endorfine sono proteine prodotte dalla ghiandola pituitaria e dall’ipotalamo. Le endorfine si legano ai recettori oppioidi delle cellule cerebrali, specialmente nel talamo e nel sistema limbico, inibendo la trasmissione nocicettiva periferica (il dolore) al sistema nervoso centrale e influenzando l’emotività e il comportamento. Le endorfine sono stati scoperte all’interno del corpo e sono state chiamate così nel 1975.
Ce ne sono circa venti tipi e sono divise in quattro gruppi:

alfa-endorfine
beta-endorfine
gamma-endorfine
sigma-endorfine
Come produrre un po’ di endorfine
Questi prodotti chimici nel nostro corpo fanno cose stupefacenti per aiutarci ad affrontare la vita di tutti i giorni. Le endorfine moderano l’appetito, liberano gli ormoni sessuali, fanno diminuire lo stress, danno euforia o felicità e fanno diminuire i livelli di dolore.