Benvenuti nel blog di Shiatsu Life, uno spazio dedicato allo Shiatsu e all’informazione sul benEssere.
Qui potete trovare una raccolta di studi, ricerche, articoli e altro che riguardano l'Essere Umano nella sua totalità.
Le voci "Su di me", "Trattamenti" e "Contatti" vi porteranno direttamente al sito ufficiale di Shiatsu Life

"Non mi sono accadute che cose inaspettate. Molto avrebbe potuto essere diverso se io fossi stato diverso. Ma tutto è stato come doveva essere; perché tutto è avvenuto in quanto io sono come sono." Carl Gustav Jung

giovedì 31 maggio 2012

Quando l’inconscio ci salva “dal male”


L'osservazione condotta su alcune aree del cervello di soggetti bilingui avrebbe dimostrato sperimentalmente un meccanismo di repressione che si attiva di fronte a concetti dall'impatto emotivo fortemente negativo.
Proteggere il cuore dalle emozioni più forti e devastanti, quelle che la memoria talvolta sembra riportare a galla nostro malgrado: un compito che le complessità della mente svolgono avvalendosi dell’aiuto di numerosi meccanismi, con l’obiettivo di creare un’organizzazione nel disordine che regna nei meandri della coscienza, quotidianamente riempita di informazioni. Sistemando e catalogando esperienze sotto forma di reminiscenze, collocando in apposite zone i propri vissuti in base al valore che si attribuisce a questi, conservando tracce e nozioni di cui servirsi per relazionarsi alla realtà e agli avvenimenti che verranno, il cervello compie un lavoro costante volto ad agevolare quei processi che, molto spesso, potrebbero finire paralizzati dinanzi a concetti e pensieri dalla portata emotiva troppo intensa.
Sogno, realtà, fantasia - Numerosi sono gli strumenti che tornano utili per riuscire in questa direzione: è dibattito ancora tra gli scienziati, ad esempio, rispetto alle funzioni del sonno, da molti ritenuto indispensabile per rendere meno dolorosi i ricordi, attenuandone le componenti più traumatiche. E se anche, come sostengono alcuni, si fosse attribuita troppa importanza a quell’affascinante enigma che è la “fase REM“, è noto come il cervello anche durante la veglia contribuisca al meccanismo di fissazione della memoria in modo da camuffare o rimuovere alcuni aspetti che, altrimenti, sarebbero un macigno insostenibile per la nostra esistenza: nascono così i falsi ricordi, quando inconsciamente mescoliamo realtà e fantasia, rendendole indissolubilmente legate ed indistinguibili. Con maggiore o minore frequenza, a seconda delle sensibilità soggettive e degli eventi, il cervello contribuisce non solo a fare un’ampia scrematura di quella parte di informazioni che risulta superflua e dunque merita un sereno oblio al fine di ottimizzare la resa del nostro organo più importante, ma anche ad addolcire e tamponare quanto si vorrebbe tenere il più lontano possibile dai pensieri di ogni giorno.

mercoledì 30 maggio 2012

Distrarsi dal dolore


Impegnarsi mentalmente può dare una temporanea sensazione di sollievo dal dolore: un fenomeno che non avviene solo a livello di suggestione psicologica ma che coinvolge anche la produzione di endorfine.
Avere la mente impegnata in qualche attività che richieda concentrazione può essere un toccasana per il dolore: direzionare la propria attenzione verso qualcosa che sia “lontano” dall’organismo sofferente ha un potere benefico che chiunque, almeno una volta nella vita, magari al cospetto del tormento diabolico del mal di testa, ha provato. I vantaggiosi effetti della distrazione sono noti da tempo, non solo a livello aneddotico: se, in passato, era la saggezza a suggerire di liberarsi dal peso della sofferenza rivolgendo le proprie cure ad altro, oggi è noto come tale meccanismo sia un esempio di come un processo cognitivo possa interferire con la percezione del dolore.
Fenomeno psicologico e meccanismo neuronale - Alcuni studiosi della University Medical Center di Amburgo hanno però deciso di indagare al fine di verificare gli eventuali risvolti neuronali del fenomeno, attraverso il ricorso a esperimenti e allo strumento della Risonanza Magnetica Funzionale: già precedenti studi avevano infatti dimostrato, avvalendosi della tecnica di neuroimaging, come la distrazione fosse da collegarsi alle modulazioni nella trasmissione dello stimolo doloroso in diverse regioni corticali e subcorticali del cervello. Grazie ad immagini ad alta risoluzione  non solo del cervello, ma anche del midollo spinale, i ricercatori hanno potuto monitorare la risposta ad una sollecitazione termica che, attraverso un dispositivo applicato al braccio dei partecipanti all’esperimento ad una temperatura di poco superiore ai 47° centigradi, provocava una sensazione sufficientemente dolorosa (non abbastanza, comunque, da danneggiare la pelle).

QiGong e TaijiQuan: arte oltre la medicina


La ginnastica medica millenaria che aiuta a guarire corpo, mente e spirito.

Per gli “addetti ai lavori” ormai è risaputo e appare una situazione normale: le antiche tradizioni orientali portano con sé un bagaglio culturale e medico che spesso riesce a superare brillantemente le conoscenze occidentali basate su complesse ricerche scientifiche.
Il punto di forza risiede senz’altro nella approfondita conoscenza dell’essere umano, non rappresentato unicamente da un corpo fisico, ma da pura “energia” che sottintende a tutte le leggi dell’Universo. Una volta comprese queste ultime, infatti, è molto più semplice capire i meccanismi di causa/effetto che sorgono in caso di patologie. Anzi, in realtà la vera sapienza sta proprio nel saper prevenire le malattie prima che si manifestino, leggendo intrinsecamente tra i segnali che la nostra mente e il nostro corpo ci inviano.

«Nell’arco della sua lunga evoluzione la scienza medica occidentale ha messo a punto delle tecniche e degli strumenti di indagine sempre più sofisticati, raggiungendo altissimi livelli di perfezionamento e di efficacia, ma correndo contemporaneamente  il rischio di perdere di vista l’uomo nella sua globalità», spiegano gli autori del  libro  “Taijiquan stile chen xiaojia e qigong” edito da Ambrosiana editore.
Questo ha portato alla conoscenza medica settoriale, dando luogo a sempre più specialisti che però non hanno modo di interagire totalmente l’uno con l’altro per comprendere dove risiede la vera causa di squilibrio nel paziente. 
Secondo molti estimatori della medicina orientale, quella occidentale ha perso di vista alcuni dei meccanismi scatenanti la malattia e soprattutto la fondamentale interazione che l’essere umano ha, per sua natura, con l’ambiente circostante.

martedì 29 maggio 2012

Medicina Cinese, conoscerla meglio per stare meglio


Tutta la sapienza millenaria della Medicina Tradizionale Cinese raccolti in un completo volume

La Medicina Cinese risale a diverse migliaia di anni fa. E, in Oriente, è considerata medicina “ufficiale”. L’Occidente tuttavia ha sempre preso le distanze verso quelle che è una medicina considerata al limite tra stregoneria e fantascienza. Per fortuna, oggi, la scienza riconosce la validità dei testi antichi e delle relative terapie, tanto che, anche qui, finalmente si comincia ad avvalersi di rimedi e tecniche millenarie.

E’ strano a dirsi, visto che l’Occidente ha sempre dato di sé l’immagine di civiltà altamente evoluta e civilizzata rispetto a molti paesi orientali. Evoluzione che a quanto pare non esiste, considerato che noi solo da pochi anni stiamo riscoprendo – non scoprendo –  fondamenti in utilizzo da migliaia di anni. E’ stato negato tutto fino a quando non c’era più possibilità di farlo. Anche la scienza parlava chiaro; l’agopuntura e la medicina Cinese (MTC) non solo funzionano bene, ma risalgono alla vera causa della malattia, a squilibri energetici e conflitti mente-corpo che si ritiene siano alla base della stragrande maggioranza delle patologie.

La MTC ha delle basi che vanno al di là della conoscenza di qualsiasi medico (occidentale): si fonda infatti, su una conoscenza a 360° della vita, del corpo umano e dell’intero Universo. Tutto segue leggi ben precise, imprescindibili. E’ difficile ottenere risultati di un certo livello se non si tengono in considerazione questi fattori.
La prima in assoluto è la legge dello Yin e dello Yang, si legge per esempio nel libro di Giovanni Maciocia (I fondamenti della medicina cinese – Elservier-Masson Edizioni), uno dei massimi esperti di Medicina Cinese e agopuntura. Quando tutto funziona bene, nell’Universo come nel nostro corpo, queste due forze contrapposte ma complementari sono in equilibrio. Quando qualcosa non va per il verso giusto le due forze si squilibrano dando origine a molte malattie. Per guarire seriamente bisogna innanzitutto riportare l’equilibrio originale nei vari distretti del nostro corpo (esistono zone prettamente Yin o Yang).

Eliminare il dolore tramite la manipolazione della “fascia”


Il tessuto connettivo, spesso sottovalutato e poco considerato, è alla base del nostro sistema motorio. Quando questo si “densifica” insieme a traumi o posture sbagliate, può creare molti problemi che si manifestano attraverso il dolore. Con la manipolazione fasciale si può restituire fluidità del movimento e assenza di dolore

Quando soffriamo di dolori cronici, se il nostro portafogli ce lo permette – e a volte anche il tempo – anziché la classica “pillolina” per soffocare il sintomo, ci rivogliamo a qualche esperto che sia in grado di eseguire trattamenti che mirino direttamente al problema.  Ed ecco che in nostro soccorso intervengono cinesiologi (o kinesiologi), osteopati, massofisioterapisti e chiropratici. Anche se possono essere certamente d’aiuto, in molti casi tuttavia non sono in grado di manipolare il punto reale d’origine del problema, ma manipolano, indicativamente, la parte dolorante.

Con questi metodi tradizionali si ottengono buoni risultati, non sempre però sono duraturi ed efficaci in tutti i casi. Per colmare questa lacuna, sempre più esperti sono tuttavia ora in grado di eseguire la cosiddetta “manipolazione fasciale”, tecnica ideata da fisioterapisti di grande fama: Luigi, Antonio e Carla Stecco.
La manipolazione della fascia è una tecnica derivata da quella che si chiamava “manipolazione neuro connettivale”. È proprio il tessuto connettivo quello che viene maggiormente preso in considerazione da questa dolce tecnica manipolativa. Un tessuto senza soluzione di continuità che si trova longitudinalmente nel tronco e negli arti e in orizzontale su tutte le altre zone corporee. Nei libri di anatomia si prende in esame il sistema muscolare da solo e non si tiene presente che è il connettivo a far sì che il sistema muscolare interagisca con lo scheletrico; senza di esso non potremmo muoverci realmente.

Il connettivo riveste tutti i livelli muscolari collegando tra loro la totalità dei i muscoli, anche se di diverso tipo, e legandoli in maniera funzionale tra loro durante il movimento. Gli esperti di manipolazione fasciale la utilizzano come punto di riferimento del sistema nervoso centrale per la coordinazione motoria.

lunedì 28 maggio 2012

Diagnosi orientale, sconosciuta ma ricercata in Occidente


L’agopuntura e la diagnosi orientale affascinano sempre più medici e pazienti, ma in Occidente è ancora tutto diverso.
La diagnosi orientale è totalmente differente da quella occidentale. Questo, probabilmente, è uno dei motivi più importanti del perché, per esempio, l’agopuntura a volte si riveli efficace laddove la medicina ufficiale fallisce.

Mentre i medici occidentali non si affannano più di tanto a considerare i sintomi del paziente, spesso semplicemente relegati a “disturbi psicologici” di poco conto, l’operatore orientale sostituisce lastre ed esami clinici – super inflazionati nel nostro Paese – con valutazioni più che accurate sullo squilibrio energetico che si evidenzia  in seguito all’osservazione di lingua, unghie, colore dell’incarnato, voce, aspetto delle urine, valutazione del polso e persino dell’odore del paziente.
Si dice che un medico orientale, sia in grado di condurre analisi più accurate di un qualsiasi esame di laboratorio. Ed è proprio questa terapia, così completa, che da anni affascina anche molti medici occidentali.

Ma chi studia MTC (Medicina Tradizionale Cinese) nel nostro Paese può essere paragonato a un dottore orientale? Secondo l’autore dell’Atlante di Agopuntura (Hoepli edizioni) – un libro che vuole essere un sintetico proseguimento dell’opera del professor Manfred Porkert e Carl Hermann Hempen (Systematische Akupunktur) – «L’agopuntura praticata nel mondo occidentale è molto distante da questi concetti [la valutazione del Qi attraverso l’osservazione del paziente]: l’infissione degli aghi viene determinata da una diagnosi occidentale la cui validità è solo apparente. Questa forma di terapia con agopuntura si basa sulla visione occidentale del mondo, ovvero la riduzione di fenomeni complessi a dati misurabili e la semplificazione delle diverse possibilità di influsso a modelli schematici. […] Appaiono accettabili solo gli effetti he si possono spiegare attraverso precise tecniche di misurazione o che obbediscono a un modello neurofisiologico; tutte le altre osservazioni vengono volentieri inserite nel campo della fantasia. La credibilità di questo sistema è invece dovuta alla millenaria esperienza clinica dei medici cinesi e ai risultati positivi della loro opera medica quotidiana».

Mantra, vibrazioni di benessere


Musica curativa e preghiere terapeutiche secondo l’antica saggezza

In principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio”, recita il Vangelo di Giovanni analogamente agli antichi testi indiani come il Rig veda: “In principio era Brahman presso cui era il Verbo e il Verbo era in verità Brahman”.
Questi concetti, espressi da migliaia di anni, altro non sono che la spiegazione di una nozione che gli scienziati cominciano a comprendere solo oggi: ossia tutto ciò che percepiamo attraverso l’utilizzo dei cinque sensi nient’altro è che energia che vibra. La materia, infatti, è l’espressione di una bassa vibrazione, ma pur sempre energia; mentre le emozioni e il nostro stato mentale, non sono altro che vibrazioni elevate.

Uno dei suoni (mantra) più importanti conosciuti oggi è senz’altro l’OM (AUM). Che potremmo definire un aspetto quasi di natura divina, totalmente impersonale e correlativo al nostro AMEN.
Nel libro di Maria Angelillo “Mantra, suoni parole e divino” edito da Xenia editore, per esempio, si legge che la sillaba OM è utilizzata in tutti i riti Hindu ed è considerato il suono più sacro dell’intero corpus vedico.
L’effetto curativo di suoni, musiche e mantra sono sempre più oggetto di numerosi studi. Nel libro Quantum Healing di Deepack Chopra, medico endocrinologo, si legge tra gli altri che sono stati ottenuti diversi e importanti risultati positivi nei soggetti affetti da cancro quando a questi veniva fatto recitare il suono primordiale OM in associazione con le normali terapie.

domenica 27 maggio 2012

Spirulina – Energia Naturale

La spirulina è un’alga verde-azzurra microscopica, che cresce in laghi dolci o salati, alcalini ed incontaminati. Contiene tutti gli elementi nutritivi di cui necessità l’organismo : aminoacidi essenziali, acidi grassi essenziali, vitamine e minerali che apportano energia , tono e vitalità all’organismo. E’ una notevole fonte di proteine vegetali : ha un contenuto proteico maggiore di qualsiasi altro alimento presente in natura (65%), superando di gran lunga le uova (45%), la carne e il pesce (15-25%) e il latte in polvere 835%). L’aminoacido più importante contenuto nella spirulina è la Fenilalanina, che si suppone agisca a livello dei centri nervosi nell’attenuazione dell’appetito. E’ particolarmente ricca di vitamina B12. Ha inoltre più vitamina E del germe di grano. E’ un’alga che contiene elevate quantità di ferro, facilmente assimilabile dall’organismo. Fornisce inoltre moltissimi oligoelementi tra i quali manganese,cromo,rame,zinco e selenio, un potente antiossidante. Non fa ingrassare quindi è ideale per atleti, sportivi e per chi conduce una vita dinamica. E’ un complemento alimentare utile anche ai bambini e agli anziani, che spesso acausa di un’alimentazione inadeguata, incorrono in carenze alimentari.


Fonte: http://www.viverenews.it/?p=4620

Tra oriente e occidente un salto quantico

Intervento di Patrizia Stefanini (fisico e direttore didattico Istituto Europeo Shiatsu di Milano e Firenze)

sabato 26 maggio 2012

Deve essere il popolo a decidere se usare o meno gli ogm!


Accademia Mediterranea per l’Agroecologia e la Vita (AMA la Vita)
La Costituzione italiana non è stata delegata ai trattati internazionali sul commercio, ne in materia di ambiente ne in quella di salute.
Ed ogni stato può applicare livelli di sicurezza e precauzione superiori ai minimi europei.
Con tutti gli studi indipendenti disponibili sul pericolo OGM per la salute umana ed animale e l’accertata contaminazione ambientale  da polline e TGO (trasferimento genico orizzontale) del DNA  e micro Rna transgenico, attraverso la flora intestinale e i microrganismi del terreno. il parlamento UE ha da poco approvato una risoluzione che ribadisce agli stati membri il diritto di vietare gli OGM, per la semplice ed accertata contaminazione ambientale (che può divenire irreversibile) oltre che per il rispetto della volontà popolare di non mangiare ne importare OGM.
E’ la stessa direttiva 2001/18 CE, sugli OGM che prevede l’obbligo di consultazione popolare (Referendum) in materia di OGM prima di ogni decisione, dal momento che tali decisioni possono diventare irreversibili. Dev’essere il popolo, nel caso, a decidere se rinunciare o meno, definitivamente, all’Alimentazione ed Agricoltura tradizionali italiane.
Gli OGM sono inutili e pericolosi per la salute e l’ambiente. E, contaminando tutte le altre filiere agroalimentari , contrastano anche l’Art. 41 della Costituzionein quanto rendono impossibile la libera attività economica di chi vuole continuare a produrre alimenti biologici, 100% liberi da OGM.
Gli OGM sono in contrasto, per lo stesso motivo, con gli accordi di libero commercio WTO, provocando il monopolio sementiero ed agroalimentare, che minaccia le sovranità alimentari dei popoli, le economie agricole locali e la loro salute.
Bisogna adire alle corti costituzionali ed istituzionali nazionali ed europee da parte dei cittadini e delle associazioni del Biologico
E’ necessario sostenere un ufficio tecnico giuridico di azione legale contro le Multinazionali dei Pesticidi (che vanno vietati in quanto non necessari e pericolosi per la salute) e degli OGM, che vengono utilizzati per alimentare miliardi di animali in allevamenti intensivi e senza terra, che consumano almeno come 20 miliardi di esseri umani equivalenti…
…mentre 1 miliardo di persone e bambini nel mondo soffre e muore di fame.

Prof. Giuseppe Altieri, Agroecologo

Cuba: piu' scorpioni per veleno anticancro

L'AVANA
Una societa' farmaceutica cubana sta aumentando la capacita' di creare in cattivita' scorpioni del tipo 'Rhopalurus junceus', dai quali viene estratto un veleno utilizzato per produrre un farmaco contro il cancro. Il gruppo Labiofam ha reso noto che aumentera' di oltre 20.000 esemplari i 5.700 scorpioni attualmente in cattivita'. Con il veleno si produce il Vidatox, descritto come un prodotto omeopatico contro il cancro che ha proprieta' anti-infiammatorie, analgesiche e antimetastatiche.



Fonte: http://italian.irib.ir/notizie/scienza/item/106894-cuba-piu-scorpioni-per-veleno-anticancro

venerdì 25 maggio 2012

Ambiente. Rapporto Wwf: Pianeta a rischio per consumi eccessivi


"Viviamo come che se avessimo un altro pianeta a disposizione"

 

Ginevra, 16 mag. (TMNews) - Una popolazione sempre più numerosa e consumi eccessivi stanno mettendo a rischio il pianeta Terra. E' quanto denuncia oggi il Wwf nel suo rapporto 2012 Living Planet, sottolineando come la domanda di risorse naturali sia diventata insostenibile e stia mettendo sotto una pressione "enorme" la biodiversità del pianeta. L'allarme viene lanciato a cinque settimane dal vertice di Rio+20, il quarto principale summit mondiale sullo sviluppo sostenibile dal 1972. "Viviamo come se avessimo un altro pianeta a nostra disposizione - ha detto il direttore generale di Wwf International, Jim Leape - stiamo usando il 50% in più di risorse di quanto la Terra possa produrre in maniera sostenibile e se non cambiamo strada questo numero aumenterà velocemente, tanto che nel 2030 neanche due pianeti sarebbero sufficienti". Nella ricerca il Wwf ha indicato il Qatar come il Paese con una più forte impronta ecologica, seguito da Kuwait, Emirati arabi uniti, Danimarca e Stati Uniti. (segue, fonte Afp) TM News

Fonte: 
http://www3.lastampa.it

giovedì 24 maggio 2012

Il cotone Ogm sta uccidendo gli agricoltori indiani.



A documentare la disperazione di queste persone è il documentario "Behind the label" letteralmente dietro (nel senso di restroscena) all'etichetta,   che alza il velo su una situazione diventata ormai insostenibile non solo per i coltivatori ma anche per l’ambiente dove si coltiva cotone geneticamente modificato.   I danni che le coltivazioni di questo  cotone stanno creando negli ultimi 10 anni «sono enormi» cha detto all'agenzia Adnkronos Sebastiano Tecchio regista che, assieme a Cecilia Mastrantonio, ha curato la parte autorale della pellicola prodotta da Barbara Ceschi a Santacroce e Overcom.    L’inchiesta apre uno squarcio di verità su una realtà: i suoli agricoli si impoveriscono fino alla sterilità, si moltiplicano nuovi parassiti, non contrastati dalle sementi Ogm e animali domestici muoiono inspiegabilmente dopo aver pascolato tra i residui del cotone geneticamente modificato. Ma al dramma ambientale e economico si aggiunge anche quello sociale: «dal 1997 al 2010 oltre 250 mila agricoltori si sono suicidati con il pesticida a causa dei debiti contratti» afferma Tecchio che aggiunge: «Basti pensare che un kg di semi Ogm costa 4 mila rupie ossia 60 euro mentre nel 1997 costava 9 mila rupie.  vviamente i semi devono essere ricomprati ogni anno»

Fonte: 
http://www.lastampa.it

Artrite e osteoporosi, boom di cure alternative


Sempre più persone si rivolgono alle terapie complementari per aumentare l’efficacia dei trattamenti contro l’artrite e l’osteoporosi

Sono sempre più le persone che si rivolgono alle medicine complementari come l’omeopatia, e altri rimedi a base di erbe o integratori vitaminici, per utilizzarle in da sole o combinazione con i trattamenti tradizionali al fine di favorire la guarigione o controllare meglio i sintomi.
Per comprendere meglio il fenomeno, i ricercatori dell’Università di Canberra in Australia, hanno condotto uno studio coinvolgendo quasi ottomila adulti, di cui si sono analizzate le abitudini di vita, le terapie cui erano sottoposti e, ovviamente, il ricorso alle medicine complementari.
Le patologie oggetto dell’osservazione degli scienziati erano l’asma, il diabete, l’artrite, l’osteoporosi e le malattie dell’apparato cardiovascolare.
La dottoressa Laurie Brown e colleghi, valutando in seguito i dati raccolti hanno scoperto che circa il 24 per cento dei partecipanti allo studio aveva utilizzato le medicine complementari.
I risultati dettagliati dello studio sono stati pubblicati sull’Australian and New Zealand Journal of Public Health e mostrano che i maggiori utilizzatori delle medicine alternative erano le donne: nello specifico, donne di età superiore ai 60 anni, affette da artrite e/o osteoporosi.
In linea generale il 40 per cento delle pazienti affette da osteoporosi o artrite utilizzava i medicinali complementari sia in combinazione con i farmaci tradizionali che da soli.
Nel caso dell’osteoporosi, circa il 21 per cento utilizzava erbe, integratori e medicinali omeopatici da soli; il 24 per cento invece utilizzava soltanto farmaci tradizionali. La combinazione farmaci/medicine complementari era scelta dal 19 per cento delle donne affette da osteoporosi.
Nel caso dell’artrite, le donne che utilizzavano soltanto medicinali alternativi erano il 22 per cento, che si piazzava ex aequo con il solo utilizzo di farmaci tradizionali. Il 16 per cento, infine, sceglieva di usare farmaci tradizionali e alternativi in combinazione.
I dati mostrano una tendenza a rivolgersi anche alle medicine complementari quando, forse, il solo uso di farmaci tradizionali non offre tutte le risposte alle esigenze di guarigione o miglioramento della qualità della vita nelle persone afflitte da osteoporosi e artrite.
[lm&sdp]

Lo Yoga, un “rimedio” completo contro ansia, stress, depressione e perfino malattie cardiache

L’antica, ma sempre più attuale, disciplina orientale è risultata efficace contro tutta una serie di disturbi collegati sia alla sfera psicologica che fisica, causati dallo stress

Lo yoga tuttofare, si potrebbe dire. Tanto che secondo uno studio revisionale può essere utile in moltissimi casi: dall’ansia allo stress, dalla depressione all’ipertensione fino alle malattie cardiache. Un vero e proprio en plein.
Ad aver suggerito che lo yoga è come una sorta di panacea per mente e corpo è stato un team di ricercatori della Boston University School of Medicine (BUSM), del New York Medical College (NYMC), e del Columbia College of Physicians and Surgeons (PCC), i quali hanno condotto uno studio revisionale i cui interessanti risultati sono stati pubblicati sulla versione online del Medical Hypotheses.
Imputato di essere la possibile causa di problemi mentali quali ansia, depressione altri ancora, è lo stress. Ma gli effetti dello stress non si fermano alla sola sfera mentale, ma ricadono inevitabilmente anche in quella fisica causando dolori, ipertensione, problemi cardiaci e quant’altro.
Quanto scoperto dagli scienziati potrà essere d’aiuto nello sviluppo di pratiche mediche complementari atte ad agire sia sulla mente che sul fisico per la prevenzione e il trattamento di tutti questi disturbi e patologie. Le pratiche yoga potrebbero così essere utilizzate in concomitanza dei trattamenti standard.
L’ipotesi più accreditata è che lo stress causi uno squilibrio del sistema nervoso autonomo e una ridotta attività del neurotrasmettitore inibitorio, gamma-ammino butirrico (GABA). Questo tipo di squilibrio ha i suoi effetti sull’intero organismo: una bassa attività di GABA si è infatti riscontrata nei disturbi d’ansia, nel disturbo da stress post-traumatico, nella depressione, nell’epilessia e anche nel dolore cronico.
La possibilità dunque di ristabilire questo equilibrio e prevenire in seguito gli effetti negativi dello stress è la sfida per prevenire e trattare tutta questa gamma di problematiche.
«La medicina occidentale e orientale si integrano l’un l’altra.

"Etichette ambientali" per conoscere l'impatto della nostra spesa


Dalle aziende alle associazioni, ecco chi racconta l’eco-storia dei prodotti

Per sapere quanto “costano” in termini di emissioni di Co2, consumo e inquinamento di acqua e suolo i prodotti che mettiamo nel carrello quando facciamo la spesa, si stanno facendo largo le “etichette ambientali”, marchi in grado di raccontare ai consumatori la storia del prodotto acquistato.
Se ne parla molto, anche se un’etichettatura ufficiale ancora non c’è, ma qualcosa inizia a muoversi per esempio in Francia, dove è in corso una sperimentazione su etichette alla quale partecipano più di 150 imprese, ciascuna elaborando la propria strategia di comunicazione.
Ma anche in Italia qualcosa si sta muovendo. In prima linea ci sono gli organismi non governativi, ma anche alcune aziende che puntano maggiormente sulle politiche di sostenibilità. In quest’ultimo caso, si parla soprattutto di certificazioni come l’Iso 14001 (incentrata sulla politica ambientale dell’azienda), l’Iso 14040 (certifica l’impatto ambientale di un prodotto lungo l’intero ciclo di vita) e l’Iso 5001 (riferita alla gestione dell’efficienza energetica).
Ci sono poi altri percorsi, come quello della “Etichetta Ambientale” sviluppata da Sprim con i ricercatori dell’Istituto di chimica agraria e ambientale dell’Università cattolica del Sacro Cuore. I l sistema calcola l’impatto ambientale dell’intero ciclo di vita di un prodotto, dall’estrazione delle materie prime allo smaltimento dell’imballaggio, prendendo in considerazione 18 indicatori riferiti ad acqua, aria e suolo. Tra quelli valutati ci sono l’emissione di Co2 e di polveri sottili, il consumo di acqua e la sua eutrofizzazione, l’acidificazione del suolo, l’impatto sulla biodiversità. Se l’etichetta ambientale avrà successo, in futuro potremo confrontare al supermercato l’impatto di due lattine di pelati o di due bottiglie di latte.

Agopuntura, efficace contro lo stress cronico

L’antica terapia con gli aghi può ridurre in modo significativo i livelli del neuropeptide Y, una proteina legata allo stress cronico


Riflettori puntati ancora sull’antica arte terapeutica cinese, l’agopuntura, che è stata oggetto di un nuovo studio pubblicato su Experimental Biology and Medicine in cui si evidenziano le proprietà di agire sullo stress, in particolare quello definito cronico.
Sono stati i ricercatori del Georgetown University Medical Center (GUMC) ad aver testato su modello animale gli effetti dell’agopuntura sul neuropeptide Y (NPY). Questa proteina secreta dal sistema nervoso simpatico umano è indicatore dei livelli di stress a cui una persona può essere soggetta. I risultati ottenuti in questo studio fanno ben sperare di poter contribuire a spiegare il perché in molti beneficiano di questo tipo di trattamento, e la possibilità di testare direttamente gli effetti sull’essere umano può offrire speranze nel trattare un tipo di disturbo assai difficile, che può causare ipertensione e malattie cardiache.
Il professor Ladan Eshkevari e colleghi hanno dunque testato gli effetti dell’agopuntura sui livelli nel sangue del neuropeptide Y, un peptide coinvolto nel sistema di risposta allo stress acuto che si manifesta con azioni quali la lotta o la fuga mentre, a livello fisiologico, si ha una costrizione del flusso di sangue nella maggioranza del corpo, a eccezione di cuore, polmoni e cervello che, per contro, devono essere attivi per poter reagire al presunto pericolo.
«Si ritiene da tempo che l’agopuntura possa ridurre lo stress, ma questo è il primo studio a mostrare una prova molecolare di questo beneficio», sottolinea Eshkevari.
In questo studio, durato due settimane, un gruppo di topi è stato suddiviso in quattro gruppi: un primo gruppo che ha fatto da controllo

Un italiano su 6 usa l’omeopatia

I medicinali omeopatici sono sempre più presenti nell’armadietto dei medicinali degli italiani secondo un’indagine di DoxaPharma

Il rapporto dell’indagine di DoxaPharma presentato da Omeoimprese (l’associazione italiana che rappresenta il 90% delle aziende distributrici e produttrici di medicinali omeopatici) dipinge un ritratto poco conosciuto degli italiani quali fruitori convinti delle medicine complementari o, nella fattiscpecie, i medicinali omeopatici. Sono infatti ben 6 italiani su dieci che si sono affidati lo scorso anno all’omeopatia per curare i piccoli disturbi.
Dall’indagine è altresì emerso che oltre l’82% degli italiani è a conoscenza della possibilità di trovare in farmacia i medicinali omeopatici. Di questi, oltre il 16% li ha utilizzati nell’ultimo anno, mentre il 2,5% li usa almeno una volta la settimana.
Ciò che invece offre motivo di riflessione è che una buona fetta di italiani conosce poco al riguardo. C’è dunque una conoscenza piuttosto superficiale dei farmaci e della materia in genere. Un italiano su due vorrebbe infatti saperne di più, sebbene sappia della provenienza naturale e dell’assenza di effetti collaterali di questo tipo di medicina.
Il conoscere o l’aver sentito nominare l’omeopatia, poi, è più un fatto empirico dovuto al sentito dire, al passaparola di parenti e amici, piuttosto che a informazioni mediate da medici o farmacisti.
Infine, il 40% degli intervistati accetterebbe di buon grado la prescrizione di un farmaco omeopatico dal proprio medico, senza porre particolari domande.
Chi tra gli italiani è un abituale utilizzatore dell’omeopatia, ritiene importante lo strumento Internet come fonte di informazione sulla materia, ma ritiene altrettanto fondamentale la promozione da parte dei medici di famiglia.
[lm&sdp]

Fonte: 
http://www3.lastampa.it


lunedì 14 maggio 2012

Stare bene: nuove conferme scientifiche sull’efficacia della meditazione

La meditazione è stata ancora una volta correlata a un migliore stato di benessere, salute fisica e mentale. Lo studio

Le persone che praticano la meditazione stanno bene: sia in salute fisica che mentale. Ma soprattutto meglio di chi non la pratica. Ecco quanto emerge chiaro in un nuovo studio condotto dall’Università di Sydney.

Sebbene l’area che ha mostrato maggiori e significative differenze nella promozione della salute fosse quella mentale, coloro che praticano la meditazione da almeno due anni sono stati trovati essere più in salute del 10 percento, rispetto al resto della popolazione generale. Questo è uno dei vantaggi evidenziati nell’articolo riportante i risultati dello studio pubblicato su Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine (eCAM).
«Abbiamo scoperto che il profilo di salute e benessere delle persone che avevano meditato per almeno due anni era significativamente più alto nella maggior parte delle categorie salute e benessere rispetto alla popolazione australiana – spiega nel comunicato US il dottor Ramesh Manocha, psichiatra e principale autore dello studio – La parte maggiormente marcata è stata una forte correlazione tra la frequenza dello sperimentare il silenzio mentale e una migliore salute mentale. Questa definizione si basa su quella che è la forma di meditazione praticata per secoli».
Il professor Manocha, insieme ai colleghi Deborah Black e Leigh Wilson della Faculty of Health Sciences, ha basato lo studio sui dati inerenti alla salute della popolazione ricavati dal federal government's National Health and Wellbeing Survey. Per raffrontare ed esaminare gli effetti della meditazione, i ricercatori hanno coinvolto più di 350 persone provenienti da tutta l’Australia che avessero meditato per almeno due anni.
«Ci siamo concentrati sulla definizione di meditazione come quale silenzio mentale – aggiunge Manocha – e intervistato gli esercitanti la meditazione Sahaja Yoga che praticano una forma di meditazione finalizzata al raggiungimento di questo stato, piuttosto che il rilassamento o la mindfulness, metodi che di solito sono oggetto di altre forme [di meditazione]».

sabato 12 maggio 2012

La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro

Dagli amici di Medicina-e-Cultura, ricevo e con tutti voi condivido:

La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro

La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini. La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo. Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista al maggior esperto di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo : http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
Produzione dei Vaccini facoltativi e non:
Si deve acquistare il germe della malattia (NdR: ma non e'il germe a produrre la malattia, trattasi di falsità in biologia), un batterio tossico o un virus "vivo" (NdR: NON e' possibile avere virus "vivi", in quanto essi NON sono esseri viventi ma proteine di lipidi contenete porzione di DNA) che deve essere attenuato, o indebolito per uso umano; con una serie di passaggi passando i virus attraverso colture di tessuti animali parecchie volte per ridurre la relativa potenzialità patogena; es. il vaccino associato al morbillo, parotite e rosolia (MMR) viene preparato nell'embrione di pulcino; il virus della poliomielite attraverso i reni della scimmia verde africana; il virus della rosolia attraverso le cellule diploidi umane, ovvero organi sezionati di feti abortiti.
Come si producono, lo spiega il dott. Alain Scohl in un articolo di cui presentiamo le parti più significative, apparso su Kairos n. 4/97 dove afferma: "L'inoculazione dei vaccini viene praticata a dispetto di tutte le abituali regole di sicurezza raccomandate per i trattamenti medici." Le tecniche di preparazione dei vaccini sono tenute segrete.
Normalmente neanche i grandi professori le conoscono (forse neanche al Ministero ?).
Oggi i vaccini virali moderni sono preparati prevalentemente su colture di cellule umane fetali o animali, cancerizzate artificialmente, per renderle letteralmente immortali (si riproducono sempre all'interno dei corpi viventi), ed avere una certa "stabilità del prodotto", quando non si tratti di cellule già cancerose (linfomi).
Per accrescere il rendimento della produzione, le cellule "immortali"
vengono "nutrite" con siero del sangue di vacca, che possiede un fattore d“ crescita particolarmente attivo. E' proprio il liquido di coltura di queste cellule cancerizzate che viene inoculato, dopo filtraggio e trattamenti per attenuare o uccidere i virus. E' assolutamente impossibile ottenere un prodotto puro. L'OMS "auspica" pudicamente una purezza del 90%.
Quali pericoli ?
Con questi vaccini si inoculano nel nostro organismo:
- Sostanze cancerogene sicuramente in enormi quantità
- Alcuni strumenti (su scala cellulare) serviti alla manipolazione genetica (nel caso dei vaccini geneticamente manipolati), come enzimi e parti di DNA.

Il tumore al pancreas si "brucia" in 30 minuti.


Sandro Rossi, autore dell'intervento, ad Affari: "Con la tecnica percutanea si elimina il 15%di mortalità"
Fonte: http://affaritaliani.libero.it

La bambina che zittì il Mondo per 6 minuti (Nazioni Unite 1992)


giovedì 10 maggio 2012

La FDA ammette: in tutti i vaccini c'e' il mercurio!


E' un mito comune oggi che i vaccini somministrati ai bambini non contengono più il thimerosal un additivo tossico, un conservante a base di mercurio legato alla causa di danni neurologici permanenti.Ma un recente caso federale che coinvolge la US Food and Drug Administration (FDA) ha rivelato che, contrariamente a questa diffusa credenza, il thimerosal è in realtà ancora presente nei vaccini, compreso nel vaccino antinfluenzale annuale che ora è somministrato a bambini di sei mesi. 
Presentata in questi giorni davanti al giudice americano una causa da parte della  coalizione di cittadini contro la FDA ha affermato che l'approvazione continua dell'agenzia del thimerosal come additivo  al vaccino è una seria minaccia alla salute pubblica, soprattutto esistono piu' valide e sicure alternative e sono ampiamente utilizzate volontariamente da molti fabbricanti di vaccini. Il giudice Brett Kavanaugh, schierandosi con la  pseudoscienza, ha deciso che il thimerosal non è una minaccia per la salute. 
Ignorando l'evidenza dei pericoli thimerosal, intanto milioni di bambini in tutto il paese continuano ad essere iniettati dei vaccini con un additivo a base di mercurio. Il giudice Kavanaugh ha dichiarato ai querelanti, che comprendono gruppi come la Coalition for Mercury-Free Drugs (CMFD), che essi non hanno una "reputazione" adeguata a presentare la succitata querela. Nel processo pero' sia il giudice che la FDA hanno involontariamente ammesso che il thimerosal è ancora presente in molti vaccini per l'infanzia.

 Inoltre la FDA  ha dovuto ammettere suo sito web che il thimerosal nei vaccini è ancora in uso. Il thimerosal, che è composto dal 50 per cento di mercurio, ha dimostrato di causare gravi danni alla salute.Ma ciò che potrebbe essere anche peggiore è il fatto che molta gente crede erroneamente che il thimerosal non è nemmeno incluso nei vaccini più usati e che molti ignorandone l'esististenza ancora presente nei vaccini, li lascia somministrare ai propri figli. I centri statunitensi per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione (CDC) e la FDA hanno continuato a fornire informazioni dubbie e fuorvianti in materia e i media mainstream sono stati complici nella diffusione nel corso degli anni ( NdA la propaganda del NWO docet!)

mercoledì 9 maggio 2012

Esseri umani: prospettive per il futuro

Questo è stato il tema dell'interessante convegno tenuto presso l'Università Milano - Bicocca il 12 e 13 novembre 2010.

I 
sistemi viventi, e al culmine di essi gli esseri umani, sono materia attiva che trova al proprio interno l'origine del proprio movimento e la capacità di auto-organizzarsi e di dialogare con l'ambiente attraverso una molteplicità di sguardi possibili, nell'idea di una cornice comune.

Questo l'intervento di Patrizia Stefanini, fisico e direttore didattico dell'Istituto Europeo Shiatsu di Torino, dal titolo: Tra oriente e occidente: un salto quantico.

Altrettanto interessante l'intervento del fisico Emilio Del Giudice, dal titolo:
L’auto-organizzazione degli organismi viventi alla luce della moderna teoria quantistica dei campi.

Esperto Usa, chi mangia acido invecchia prima e si ammala di piu’


Forse un’altra evidenza del ruolo della dieta ipoproteica
Roma, 4 mag. (Adnkronos Salute) – “I cibi consumati dalla maggior parte della popolazione mondiale sono acidificanti. Dalle carni ai formaggi, alle bevande, soprattutto quelle gassate e dolcificate. Sono alimenti che ‘sporcano’ il sangue, portando a un invecchiamento precoce e predisponendo a malattie come obesità, diabete, tumori, patologie reumatiche e cardiopatie. Il segreto per evitare di vivere male sta, insomma, nella dieta alcalina”. Ne è convinto Robert Young, microbiologo e naturopata, famoso per i suoi studi sulla alcalinità e sull’equilibrio del Ph nel sangue, che domenica 6 maggio parteciperà al convegno ‘Donna, cibo e paure’, in programma a Roma.
L’appuntamento, nell’area eventi della White Gallery a Roma, è organizzato dall’associazione Artemisia Onlus, con il patrocinio della Regione Lazio e della Provincia di Roma. Proprio grazie agli studi di Young si è approfondita la conoscenza dei fattori di acidità nel sangue. Il naturopata nel corso del convegno mostrerà come un globulo rosso di una persona, attraverso le sue caratteristiche, possa dire molto sullo stato di malessere (Ph acido) o benessere (Ph alcalino) del ‘proprietario’. Secondo Young, infatti, il nostro Ph corporeo deve essere sempre in omeostasi (equilibrio acido-base) e la dieta alcalina (o alcalinizzante) considera il Ph del sangue in particolare che deve rimanere leggermente alcalino.

domenica 6 maggio 2012

Dallo Scoglio alla Padella

Nel 600 a.C. il cinese Sze Teu scriveva: "Alcune alghe sono una pietanza prelibata adatta all'ospite più importante, perfino a un re". Oggi sono una ventina le alghe usate normalmente nella cucina giapponese.
Le specie più comuni sono le Porphyra, le Laminaria e le Undaria. Note rispettivamente come nori, kombu e wakame, stanno lentamente entrando nelle dispense europee più come integratori e medicine naturali che come ingredienti di cucina, ma il loro valore è indiscusso.
Il nori è forse il più noto, usato in sottili strati disseccati per avvolgere alcuni tipi di sushi. Venduto in fogli, può essere tostato e sbriciolato sulle insalate, sui piatti di pesce. Se immerso nell'acqua e reidratato, è un'ottima verdura da mangiare con il riso o in aggiunta alle zuppe. Contiene il 30% di proteine, molti sali minerali e iodio. Il suo contenuto di vitamina C è una volta e mezzo quello delle arance.
Il kombu, seccato e polverizzato, viene aggiunto ai cibi di ogni tipo con la stessa logica della polvere di curry: per aromatizzare carni e verdure, per insaporire il riso. Aggiunto ai legumi ne aumenta la digeribilità. E' un ottimo esaltatore di sapidità, ma a differenza del glutammato non ha alcuna controindicazione, anzi: è una fonte di minerali e viene quindi usato anche in infusione come il tè per dare origine al famoso kombucha.
Il wakame viene usato reidratato. Ingrediente immancabile nella cucina giapponese, si aggiunge principalmente alle zuppe e ai brodi, o come dessert se zuccherato. Favorisce la produzione nell'organismo della proteina UCP1, che ha la preziosa virtù di bruciare i grassi che si accumulano intorno agli organi interni.


sabato 5 maggio 2012

Raccolta di studi internazionali sullo shiatsu in gravidanza (inglese)

SHIATSU IN PREGNANCY

Shiatsu is one of only a few complementary therapies featured on the National Childbirth Trust’s DVD/video given to all pregnant women in the UK.  

RESEARCH:

The Effects of Shiatsu on Post-term Pregnancy.   
Jennifer Ingram, Celina Domagala, Suzanne Yates.  St Michael’s Hospital, United Bristol Healthcare Trust, 
Southwell St, Bristol BS2 8EG.  March to July 2000.  
The objective of this research was to evaluate the effects of Shiatsu techniques, as taught by hospital midwives, on the progress of post-term labours and deliveries, to inform practice.   
Results: Post-term women who used Shiatsu were significantly more likely to labour spontaneously than those who did not.  Of those who had used Shiatsu, 17% more went into spontaneous labour compared to those who were not taught Shiatsu.  

Optimal fetal positioning.  The experience of a Shiatsu Practitioner.   
Practising Midwifery. 2(11):20-2, 1999. Yates S. 
Suzanne Yates is a Shiatsu practitioner and teacher and runs Shiatsu courses for midwives.  The article focuses on her experience of useful body postures during pregnancy, the main emphasis is on the benefits of crawling and other all four movements.  Suzanne states that the midwives participating on the courses encouraged her to write this article.  

The effect of P6 acupressure (Shiatsu incorporates acupressure) for symptom control in pregnant women having hyperemesis gravidarum).   
Article in Korean.  Shin HS, Song YA. 
College of Nursing Science, Kyung Hee University, Dongdaemun-gu, Korea. 
PURPOSE: The purpose of this study was to determine the effects of Nei-Guan(P6) acupressure on nausea and vomiting in pregnant women having hyperemesis gravidarum. METHOD: The research design was a randomized control-group pretest-posttest repeated measure design with counter balancing. For the experimental treatment, P6 acupressure was carried out for ten minutes. Data was collected from April 1, 2003 to April 30, 2004. The participants were 66 patients admitted with hyperemesis gravidarum. They were divided into three groups, a P6 acupressure group, placebo point group and a control group. 
RESULT: Hyperemesis gravidarum patients who received P6 acupressure during admission experienced much less nausea and vomiting than the placebo acupressure and control group (F=8.259, p=.001). 
CONCLUSION: Nei-Guan(P6) 
acupressure is considered an effective intervention for reducing nausea and vomiting in pregnant women having hyperemesis gravidarum. Further more Nei-Guan(P6) acupressure maybe used as an independent nursing intervention method for pregnant women with severe nausea and vomiting. 
Publication Types:  Randomized Controlled Trial

Effects of SP6 acupressure (Shiatsu incorporates acupressure) on labour pain and length of delivery time in women during labour.  
Lee MK, Chang SB, Kang DH.  Department of Nursing, Dankook University, San #29 Anseo-dong, Cheonansi, Chungnam, Korea 330-714. maternity99@hanmail.net 
OBJECTIVE: The purpose of this study was to evaluate the effects of SP6 acupressure on labour pain and delivery time in women in labour. 
DESIGN: Randomized clinical trial.
 SETTING/LOCATION: Delivery room in a university hospital. 
PARTICIPANTS: Seventy-five (75) women in labour were randomly assigned to either the SP6 acupressure (n = 36) or SP6 touch control (n = 39) group. The participants were matched according to parity, cervical dilation, labour stage, rupture of amniotic membrane, and husband's presence during labour. There were no additional oxytocin augmentation or administration of analgesics during the study period. 
INTERVENTION: The 30-minute acupressure or touch on SP6 acupoint was performed. 
OUTCOME MEASURES: Labour pain was measured four times using a structured questionnaire, a subjective labour pain scale (visual-analogue scale [VAS]): before intervention, immediately after the intervention, and 30 and 60 minutes after the intervention. Length of delivery time was calculated in two stages: from 3 cm cervical dilation to full cervical dilatation, and full cervical dilatation to the delivery. 
RESULTS: There were significant differences between the groups in subjective labour pain scores at all time points following the intervention: immediately after the intervention (p = 0.012); 30 minutes after the intervention (p = 0.021); and 60 minutes after the intervention (p = 0.012). The total labour time (3 cm dilatation to delivery) was 
significantly shorter in the SP6 acupressure intervention group than in the control group (p = 0.006). 
CONCLUSIONS: These findings showed that SP6 acupressure was effective for decreasing labour pain and shortening the length of delivery time. SP6 acupressure can be an effective nursing management for women in labour.  
Publication Types:  Clinical Trial & Randomized Controlled Trial  

Effects of San-Yin-Jiao(SP6) acupressure (Shiatsu incorporates acupressure) on labour pain, delivery time 
in women during labour.  Article in Korean.  Lee MK.  Department of Nursing, Dankook University, Korea. 
maternity99@hanmail.net 
PURPOSE: The study was done to examine the effects of San-Yin-Jiao(SP6) acupressure treatment on subjective labour pain, length of delivery time in women during labour. METHOD: The study design was a randomized controlled clinical trial study using a double-blinded method. Data were collected using a structured questionnaire, a subjective labour pain scale and measurement of delivery time. The experimental group(n=29) was received SP6 acupressure and control group(n=29), SP6 touch for the duration of each 
uterine contraction, during 30 minutes after 3 cm dilatation of cervical os. 
RESULT: The subjective labour  pain scores was significantly different between the two groups(p=0.042). The total length of delivery time in the group which had the SP6 acupressure was shorter than SP6 touch group (p=0.036). 
CONCLUSION: These findings showed that SP6 acupressure was effective related to labour pain, length of time for delivery. SP6 acupressure during labour could be applied as an effective nursing treatment. 
PMID: 15314393 [PubMed].  1: Taehan Kanho Hakhoe Chi. 2003 Oct;33(6):753-61.   

Differences of Cesarean Section Rates according to San-Yin-Jiao(SP6) acupressure (Shiatsu incorporates 
acupressure) for women in labour.
Article in Korean.  Chang SB, Park YW, Cho JS, Lee MK, Lee BC, Lee SJ.  Taehan Kanho Hakhoe Chi.
2004 Apr;34(2):324-32.  College of Nursing, Yonsei University, Korea RIHHHPC. 
PURPOSE: The purpose of this study was to explain differences of cesarean section rates according to SanYin-Jiao(SP6) acupressure for women in labour. METHOD: A non equivalent control group pre test--post test design was used to explain differences of cesarean section rates according to SP6 acupressure. The participants were 209 women who were assigned to one of three groups SP6 acupressure(n=86), SP6 touch(n=47), and 
control group(n=76). For 30 minutes, the SP6 acupressure group received SP6 acupressure, and the SP6 touch group received SP6 touch for the duration of each uterine contraction. The Control group was encouraged to deep breath and relax for the duration of each uterine contraction for 30 minutes. 
RESULT: The rates of cesarean section were 12.8%, 29.8%, and 22.4% for the SP6 acupressure group, SP6 touch group, and control group respectively. There was a significant difference among groups (p=0.049). Cesarean section rates were significantly different between the SP6 acupressure and non-SP6 acupressure group(p=0.035). 
CONCLUSION: This finding shows that 30 minutes of SP6 acupressure was effective in decreasing the cesarean section rate. Therefore, SP6 acupressure during labour could be applied as an effective nursing intervention. 
PMID: 15314328 [PubMed - indexed for MEDLINE]  

Effects of LI4 and BL 67 acupressure on labour pain and uterine contractions in the first stage of labour.
Chung UL, Hung LC, Kuo SC, Huang CL.  J Nurs Res. 2003 Dec;11(4):251-60.  National Taipei College of Nursing, No. 365 Ming-Te Road, Peitou, Taipei 112, Taiwan, ROC. 
Acupressure is said to promote the circulation of blood and qi, the harmony of yin and yang, and the secretion of neurotransmitters, thus maintaining the normal functions of the human body and providing comfort. 
However, there has been little research-based evidence to support the positive effects of acupressure in the area of obstetric nursing. The purpose of this study is to determine the effect of LI4 and BL67 acupressure on labour pain and uterine contractions during the first stage of labour. An experimental study with a pretest and posttest control group design was utilized. A total of 127 parturient women were randomly assigned to three groups. Each group received only one of the following treatments, LI4 and BL67 acupressure, light skin stroking, or no treatment/conversation only. Data collected from the VAS and external fetal monitoring strips were used for analysis. Findings indicated that there was a significant difference in decreased labour pain during the active phase of the first stage of labour among the three groups. There was no significant difference in effectiveness of uterine contractions during the first stage of labour among the three groups. Results of the 
study confirmed the effect of LI4 and BL67 acupressure in lessening labour pain during the active phase of the first stage of labour. There were no verified effects on uterine contractions. 
Publication Types: Clinical Trial & Randomized Controlled Trial  
PMID: 14685931 [PubMed - indexed for MEDLINE]  

Acupuncture and acupressure (Shiatsu incorporates acupressure). Applications to women's reproductive health care.
Beal MW.  Yale University School of Nursing, New Haven, CT 06536-0747, USA.  J Nurse Midwifery. 1999 
May-Jun;44(3):217-30.   J Midwifery Womens Health. 2000 Jan-Feb;45(1):84.
An introduction to the therapeutic applications, history, and theory of acupuncture and acupressure is presented. The traditional concepts that underlie treatment of imbalances of ch'i, or vital energy, are presented, along with the theories of yin and yang, meridians, vital substances, pathogenic factors, five phases, and the eight principle patterns. Contemporary Western research findings on the biochemical mediaries and effects of 
acupuncture are reviewed. Clinical applications to women's reproductive care that are presented include treatment for dysmenorrhea, infertility, and childbearing. Data on clinical trials are reviewed, and licensure and educational preparation for practice of these modalities are discussed. 
Publication Types:  Review PMID: 10380442 [PubMed - indexed for MEDLINE]  

Acupressure and meridian massage: combined effects on increasing body weight in premature infants 
Chen LL, et al.  Journal of Clinical Nursing.  May 2008, Vol. 17 (9), pp 1174-81.  Source: PubMed  (www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed) 
International Therapist, July/Aug 2008 
A clinical trial in a medical centre in Taiwan suggests that a combination of acupressure (Shiatsu) and meridian massage helps premature babies to gain weight.  Forty premature babies were randomly assigned to either a control group, receiving routine care, or to an experimental group.  Those in the experimental group had a 15 minute acupressure/meridian massage treatment for one hour before feeding, three times daily for 
more than 10 days.  The body weight and volume of milk ingested by each baby was recorded daily.  At the end of the trial, the daily average weight gain of those infants in the experimental group was 32.7 grams compared to 27.3 grams in the control group.  Interestingly, no significant difference was observed between the two groups in the first week.  The authors suggest that nurses could be trained in acupressure and meridian 
massage techniques to provide a more effective level of clinical care for premature babies.   

CLIENT TESTIMONIAL
Name of client: Fiona Hamilton 
Age: 33 
Occupation: Legal Secretary 
Name of Practitioner: Sara Browne, MRSS 
What were your main reasons for receiving Shiatsu? 
To try to hep with fertility issues. 
Do you feel Shiatsu has helped? 
Yes 
If yes, in what ways? 
Since starting Shiatsu I have noticed that I am releasing much more deep-rooted emotion – especially the day after receiving treatment.  This has been important for me and has now left me feeling much more positive about my situation.  My energy levels have also improved.  
How does Shiatsu compare to other therapies you have received? I have received acupuncture in the past which I have found calming, but the Shiatsu has definitely had a much more powerful and positive effect on me. 

SHIATSU-DO, PREGNANCY & CHILDBIRTH by Ray Ridolfi, 1993
Enhancing the process and dealing with specific conditions. By Ray Ridolfi. Copyright 1993 
Treating a disease after it has arisen is the lowest level of healthcare and treatment. Quote from The Nei Ching.  
Preparing your Shiatsu-Do partner for pregnancy and assessing her ‘potential’ is being a greater friend then relieving her stress during her gestation.  Everything in nature moves in ephemeral cycles of birth, life, and death.  In our modern western society we celebrate the birth and mourn the death as a beginning and ending of a life.  Other more traditional cultures may take a more celebratory view of the whole cycle as having no beginning and no end, simply a cycle. 
The creation of new life and the birthing process is thought to be the highest spiritual experience.  Women may achieve it and men can only wonder.  It is for this reason that I,a man and father, have a particular interest in this field of Shiatsu-Do healthcare.  I feel greatly complimented by those women who have sought my professional assistance in their pregnancy healthcare. 
The Oriental philosophy draws a parallel between life in the womb and to the 2.8 billion years of the evolution of life on earth as it developed in the ‘Water Phase.’  This amphibian period is thought to correspond to 280 days of pregnancy in which the foetus evolves from a single cell to a multi cellular being.  ‘One grain, ten thousand grains’, as the Chinese would say.  So from this we can deduce that 10 million years of evolution is occurring for every day of pregnancy.  Pretty serious news.  Every day of pregnancy helps for a more 
‘developed phase, we are in a meditative state of cosmic learning.  There is little disturbance from the Jing.  
The ‘resonance’ of out entire evolutionary past is stored here.  We ‘know’ how to breathe at conception (the real birth period is simply preparation for the land state and the birthing process is the initiation into gradual independence.  We will teach ourselves how to eat, see, smell, taste, crawl, walk, talk and think. 
At birth this information initiates a life pattern in the Land Phase; LUNG energy for breathing independently air and not liquid, The TRIPLE WARMER has to spark into life to heat the child outside of the warm water state, HEART  PROTECTOR for motional/spiritual protection outside of the secure womb.  The providing of a happy and secure environment for the foetus ‘in embryo’ and subsequently for entry into the Land Phase needs to be the underlying principle for parental care and Shiatsu assistance.  Loving tender kindness really.  
The Japanese talk of Tai Kyo, ‘Embryo education.’  The parents should educate their child about life in the ‘outside’ world through happy thoughts and feelings. 

EARLY INDICATIONS OF PREGNANCY
The Woman may experience amenorrhoea, breast swelling, sickness, fatigue (progesterone in blood steam acts as a tranquilliser, relaxation, ‘blossoming’), colour change (facial hue, change in metabolic rate, revulsion at fatty, oily food all relate to Liver function’, Spleen function, sweet cravings), increase in frequency of micturation, swelling or weight gain, self-awareness (may know intuitively from moment of conception). 
Conception can occur in fallopian tube within 60 minutes of ejaculation.  Sperm passes though acidic medium of uterus to the more alkaline fallopian tube.  After fertilisation of the ovum by sperm, the magnetic chare of the ovum changes and it no longer attracts more sperm.  The internal diameter of the fallopian tube is only two hairs breadth, so it is easily blocked by scar tissue; inflammation, adhesions, wearing an IUD can aggravate the 
area.  After a day or two the fertilised ovum journeys to the uterus for implantation and sustenance by blood in the Blood Chamber, a Chinese description of the womb.  The Chinese also called the uterus the ‘Palace of the Child’.  A single cell can produce an 8lb baby, an increase in size of 3 billion times. 
The structure of and deep location of the ovum is yin with Yin energy action (stationary) while that of the sperm is yang with a Yang action (movement) generated by heat.  The yin and yang polarity attracts the sperm and ovum.  Because the Chinese did not have microscopic investigations they believed that conception occurred as a result of the mixing of the women’s ‘red’ essence, the menstrual blood, and the male ‘white’ essence, the sperm.  The first eight weeks are designated the embryo stage, after that, foetus (= ‘young person’, Latin). 
The traditional approach to conception observed many considerations of the laws of nature and culture in China.  The optimum conception time is thought to be in the Lung phase, that is, between 3 am and 5am.  No doubt late night discos were popular even then.  Conception in the Autumn, gestation during Winter and Spring, and birth in Summer was also thought preferable.  Situations adverse to a happy pregnancy were conceived during the following: an electrical storm, at midnight, at midday, during a rainbow, during the 
winter of summer solstice, when intoxicated, or when ‘hot diseases’ are apparent.  For most of these times the environmental energy is too highly charged and will affect the conception.  The mother is advised to avoid any violent and frightening scenes or situations during pregnancy.  Care needs to be taken to remain calm and serene.  That’s easy. 

CONSIDERATIONS OF CHANGES IN ENERGY SYSTEM OF THE MOTHER 
From conception there are profound changes in Zang organs of the mother.  These ‘vital’ organs will have to cope with the support and maintenance of two ‘beings’.  The foetal Original or Yuan Ki, initiated at the moment of the polarity charge between ovum and sperm, sustains it until the placenta develops.  From the cosmic ‘charge’ of the yin/yang attraction there appears a preponderance of Blood and Ki.  The Blood congeals as the Heart sends the blood to nourish the embryo in the womb.  The foetus will then exist off the mothers Blood, that is, the energy created by the Liquid essence of her Spleen, the Original and Acquired Ki of her Kidney energy, and the circulation and sustenance of the Heart.  This Blood quality will be the nourishment for her child.  The Fire of conception continues to ensure the Blood nurtures them both.  The function of the Spleen is challenged as the increase of Damp prevails to form the amniotic fluid to nourish and protect the embryo.  The Spleen will become Deficient.  The Liver Ki will maintain the patency of the flow of the energy in the womb and indeed both the mother and foetus, the Liver will become Excess.  Because the mother is supplying her Yuan Ki and the Kidney yin and Kidney yang her Kidney Ki will become Deficient.  The ‘Furnace in her Belly’ should continue to warm them as long as she ‘listens’ to her body signals.  All these 
changes are considered symptoms of a single causation, that is , pregnancy and are normal. 
Pulses:  A Slippery full pulse, slightly faster, will be apparent after about the sixth week.  Spleen and Kidney 
Deficiency and Liver Excess is very common.  The Pulse is larger and more superficial than usual.  A larger Left pulse (Yang) means a boy, the right (Yin) a girl.  It is also considered that if conception occurs on an odd date of the month then it will be a boy and a girl on the even dates. 

1ST TRIMESTER. 0-12 WEEKS. 
Non-interference should be the golden rule.  Support and nurturing attention is usually all that is needed.  Little or no Shiatsu unless strengthening is needed.  (See the section on ‘Miscarriage’ herein).  Concentrate on the Body Rhythm Dural tube balancing and releasing the horizontal planes of the Chakra system and nurturing the mother.  In a treatment you are now working with two people, mother and child. 

2ND TRIMESTER. 13-27 WEEKS 
The ‘period of miscarriage’, if this condition was prevalent, is now passed and you may start to give Shiatsu monthly as maintenance.  Treat specific conditions if arising.  Still avoid strong stimulation below pelvis, strong ampuku, strong stretches. 

3RD TRIMESTER. 28-40 WEEKS 
Can do more leg work.  Continue maintenance of mother and have the father, upon both parents agreeing, attend treatments to learn basic pain relief and baby contacting techniques.  Avoid contraindicated points unless treating specific conditions such as ‘breech’ position. Turning a ‘breech’ by energy contact through the Body Rhythm is possible. 

FOETAL MERIDIAN DEVELOPMENT: At conception the energetic union stimulates the transformation of the single cell structure to a multi cellular one.  The electro magnetic charge polarised by conception, existing in the fertilised ovum creates a protective force field around itself.  This polarisation comes from a central axis in the ectoderm (inner fascia) and permeates through the endoderm (intermediate fascia) and mesoderm (superficial fascia).  This axis is referred to by Kiko Matsumoto as the ‘primitive streak’.  I will refer to this as the Chong Mai or Central Channel.  
When the Ovum divides, the walls of the two cells are joined and become the location of the Chong Mai.  The outer walls will become the Ren Mai or Conception Vessel and the Du Mai or Governing Vessel respectively. 
The Chong mai develops and creates a ‘Source’ area which becomes the sacral plexus encompassing the ming men (Kidney Yupoint) and a secondary ‘Source area which becomes the occipital/cervical junction.  The yin and yang polarity of these locations charges the spinal cord into development to produce the central nervous system.  The brain and spinal cord are Curious Organs and considered to be Marrow and thus governed by the Kidney Ki.  The prenatal Jing provides the information for its development.  From the Su mai the spinal nerves eventually grow as the meridian pathways circulate to create the organs and physical attachments of the spinal nerves.  Hence the Yu Associated Affect Points reflect this manifestation.  The more yang influenced upper limb buds develop firstly and then the lower yin buds come. 

CONTRAINDICATED POINTS ARE: 
‘Shoulder Well’ GB21, ‘Adjoining Valleys’ L14, ‘Arm Three Mile’ L110 (cautionary point only), ‘Three Yin Junction’ SP6, ‘Foot Three Miles’ ST36, ‘Great Thoroughfare’ LV3, ‘Gushing Spring’ KD1, ‘Reaching Yin’ BL67 (until final stages).  The above points are principally contraindicated for needling and moxa.  Can give Shiatsu to feet, if the feet are sore, or to shoulders, but avoid deep pressure.  Avoid strong KID treatments throughout but Kidney will be deficient and needing nurturing gently.  Generally, avoid concentrated 
stimulation inferior to the pelvis in 1sst and 2nd Trimester and inferior to knee in 3
rd Trimester.  (You can use some contraindicated points to remedy specific conditions as part of set treatment formulas.) 

LABOUR – some specific treatments
1ST STAGE  
INDUCING LABOUR
Labour overdue or ‘Lazy’ – usually overweight and atonic woman.  Stimulate L14, SP6, GB21, BL67, if no response in 6-8 hours try GV1, BL67, L14, SP^. 
Indian take-away.  Hot, spicy food, very yin, expelling.  Later LV3 for muscle chi. 
Speeding slow labour – Stimulate SP6, L1V3, BL31,L14, GB21.  Standing, squatting, general movement with Do-In, warm shower. 
Maintaining strength – Ume-sho-bancha tea, or Ginseng tea to prevent atony of uterus.  Ki and Blood stagnation – Dark blue complexion in labour, swollen loins, heavy chest, depression, tearful, ‘I can’t go on’, Pulse is deep and solid and irregular.  Give whole body treatment especially tonify SP, KID, HT, for the Blood stagnation. 
Contraction, dilation of cervix to 10cm.  Normally proceeds at approx. 1cm/hour.  NB can get homeopathic birth kit. 

2ND STAGE 
LABOUR PAIN relief points in the Birth process- Sacral and lumbar Bladder points, ST36, BL60.  Pain relief points can actually slow the contractions so be observant.  Only use these for the bigger painful contractions and for 5-10 seconds.  Holding the cranial base to relieve neck tension will ease the pelvs.

3RD STAGE 
PLACENTA RETENTION To dischatge without drugs.  Vitality important that whole of placenta is discharged.  A Cold stagnation condition.  Need to expel the cold.  GB21, BL60,5mins.  L14, SP6, BL67, (CV3 Moxa).  Mother to blow into a bottle.  Doctors use Syntometine.  Cord should not be cut until it stops pulsing. 

HAEMORRHAGING IN CHILDBIRTH
Blood or SP deficiency usually needs tonification and heat.  Tonify SP especially SP6, SP9, SP15, ST36, TH6 for long duration until the meridian response is strong.  THEN Moxa CV4, CV6, CV8, & ST36, if no obvious response within 10-15 minutes.  Pan-fried hair, powdered, mixed with water to make a drink.  Good for internal bleeding. 
(ARNICA 30) Homeopathic tablets for post partum repair.  Seek specific Homeopathic or Herbal for any birth complications.) 

CAESAREAN SECTION 
Most C.Sections are unnecessary.  80% of ‘breech’ babies can be delivered vaginally if time and consideration are allowed.  In labour chemical releases dry out the lungs and stimulate kidneys and liver into healthy functioning.  A woman is five times more likely to die after C.Section than vaginal birth experience.  (Ref: W.D.D.T.Y.Vol 3 No 10 Energetic disturbances upset LV/KID/SP meridians.  Scar tissue formation will cause further complications in pelvic viscera.  Consider the relevance of counselling, visualisation, pelvic floor exercises, support from religious groups, services and family. 
Treatments can focus on CV, Dural tube, lower abdomen (ampuku, palm healing for lower burner), TH, AP, LV & KID meridians.  Magnet therapy over the scar tissue.  Body rhythm fascia release of deep fascia. (this can be done from one week post partum).  

OTHER SPECIFIC CONDITIONS 
ABORTION
Putting aside the moral, cultural, or sociological considerations of this situation, the choice is the parents and should be respected without judgement.  An abortion will disturb the physical and energetic centre in the hara as it is removed by external force.  Unfortunately, this will leave a void and cold deficiency condition in the womb.  The natural body process of Energy concentration for pregnancy is disturbed, it doesn’t know what to do, becomes erratic and dispersed.  This may affect the pscho/physical and spiritual bodies.  The ‘needs’ of the mother must be paramount.  What does she want to do with the pregnancy.  Your Shiatsu needs to work on inward focussing energy following abortion with ‘self-image’ Spleen attention, May lead to Blood stagnation, tumours, cysts, pelvic inflammatory disorders, cystitis, lower burner deficiency.  Liver of lower burner becomes deficient and does not ‘draw’ the Blood.  The Blood Chamber, the uterus, may become congested 
with stagnant blood.  Reduces chi flow to lower body, poor libido, coldness in womb.  Tonify Spleen, Liver, Kidney.  CV points of lower burner can be Moxaed especially CV8. 

MISCARRIAGE – motion of the foetus 
More a natural shutting down of hormonal system.  Try and encourage the mother to see positive aspects.  Not ready.  Now try again.  Change in lifestyle, diet, exercise.  Have chance to prepare for future pregnancy.  
Tonify the pelvis as with abortion.  Hara pumping techniques to be used.  Navel moxa if not contra-indicated.  
Meditation and chanting with an ‘offering’ of salt, water, rice, and incense for the harmonious departure of the spirit of the child may be helpful and to prevent karmic attachment to the mother of this spirit.  The spirit chooses you as parents and will be born when it is ready.  This is a Buddhist belief.  Consider whether your Shiatsu partner would be open to this suggestion before giving advice. 

PREVENTION:  You may even see the indications for these etiologies apparent preconception, early diagnosis is necessary.  Commonly a Deficiency condition but can be due to Excess.  Six Types of miscarriage preconditions are usually apparent. General Ki deficiency – frequent vaginal bleeding, fainting, abdominal swelling, cold aversion, poor appetite.  
General tonification needed. 
Blood Deficiency – lower hara drops, swelling, dizziness, yellow complexion, puffiness, weak pulse, palpitations. SP.KID.HT.LIV to tone the Blood. 
Hot Blood – menstrual type flow, bright red, red complexion, heat in upper body, cold feet, sore dry throat, scanty hot urine.  Check for KID sedation, tonify the LU and SP if necessary. 
Liver Ki congestion – painful foetal motion, vaginal bleeding, vomiting or bilious taste, thick greasy yellow tongue coating, rapid pulse.  Sedate LIV, liver vacuum technique, diaphragm release, tonify the Kidney and Spleen. 
Traumatic injury – an external causation.  Determine the energy trauma (where is the Ki ‘information’ interrupted? STILLBIRTH Energetically possibly similar to miscarriage.  Could be caused by cord around neck (even a knot).  Smoking can predispose.  Suggest counselling for both parents and give support through shiatsu.  Subsequent conception 
should be delayed for nine to twelve months and strengthening ensured.  A Deficiency syndrome will be apparent in the general Ki especially of the womb.  Homeopathic or Herbal advice would be helpful.  The same ritual as in ‘Miscarriage’ may be helpful. 

MASTITIS 
Treat S11, SP18, SP6, ST18, ST34, LV3, GB21.  Assess each point.  This is a Hot disease=Excess.  Bring down energy in the body.  Breast massage.  Axilla massage.  Try ST17, subject to sensitivity of client.  Warm the hara. 

POOR LACTATION 
Rest and attention to diet is needed.  The mother should be allowed to rest for at least three weeks after birthing to give all her attention to her own recovery and developing the mother/child relationship.  You can Moxa CV17, treat GB21,S11, L14, SP6, BL13,ST17, and HT1.  Dural tube balancing.  Other influencing factors; poor post partum recovery, alcohol and smoking intake, drugs during childbirth, emotional state, ‘can I cope?’, 
mother’s desire to return to work, environmental considerations. 
BREECH POSITION
From around 36 weeks it is safe to use moxa for this situation.  Moxa B67 if possible on successive days until it works.  This is usually successful.  Teach mother to do it.  Moxa five to six times.  Mark the point with a pen.  Also she can lie down with open legs resting against a wall, with groin close to wall as possible.  Lie on the floor (back pillow supports) wit legs on a chair for twenty minutes daily.  Make an ‘energy contact’ with the foetus through the fascia and feel which direction in which the foetus will move, follow this movement until the head is down.  The anterior occiput attitude is optimum.  This technique can be applied daily by partner of a friend. 

OEDEMA
This is commonly a Spleen deficiency with Blood stagnation in the hara.  Indications may be; the four limbs, face, eyes and groin are swollen.  Coldness (hara), yellow or dark skin colour, mucus, swelling lymph nodes, sticky mouth, aversion to cold and need for hot drinks. Tongue has light coating in lower body, sometimes hotness in head.  Looks like bruising around swelling eye bags.  Tonify all areas moxa CV8, give Daikon Drink number Two ½ cup grated daikon or radish, squeeze jice into warm water ratio of 1:3 daikon to water, add several drops of shoyu or sea salt, bring to boil and simmer one minute.  Drink once daily for three days maximum.  Increases sweating and urination.  Exercise to sweat every day will help.  Control liquid intake. 

ANAEMIA 
This is a Blood Deficiency syndrome.  A pallid complexion, pale lips and eyelids, pale fingernails, lacking vitality, breathlessness, palpitations, sore tongue (inflamed), headaches.  Need to tonify the Blood – Spleen, Kidney, and Heart.  Moxa at GV22, TH6, and SP10.  Mugwort tea or Ume-sho-banch daily.  Two sheets of toasted Nori eaten daily (from Holland and Barret) 

MORNING SICKNESS 
There are three types. 
1. Rotten and muddy ki rebelling – belching of ‘offensive energy’, abdominal swelling, congested lung, depression, hiccoughs.  Clear the stomach energy by treating (usually sedation) HG6, ST36, ST44. 
(Note it is generally to use some contraindicated tsubo if part of a treatment formula). 
2. Muscous and fluid toxin – Disturbance of the Zang organs, the vital organs are suffering shock.  
Dizziness, vomiting water liquid, white coated tongue, low energy, coldness.  Treat the above plus ST40 and can moxa CV17. 
3. Rising Fire of Liver – Kidney energy is exhausting in the uterus, the Liver lacks Yin and dries, this damages the Stomach Ki.  Bitter taste, belching, rib pain, hypochondriac pain, rapid wiry pulse.  
Formula number 1 plus sedate LIV2 and GB34.   
Generally, eat dry biscuits (oatcake or rice cake) and consume bancha tea, avoid caffeine and alcohol. 

CHRONIC COUGH DURING PREGNANCY 
1. Wind and cold penetration – thin white tongue coating, continual cough, fatigue, sporadic mild fever, clear sputum, congested chest, tight diaphragm, short breath.  Lung Vacuum techniques, release the diaphragm, tonify the LU, sedate the LIV if necessary.  External cause. 
2. Sputum chronic cough – white greasy tongue coating, frothy clear sputum, vomiting, poor appetite.  
Internal cause – Dural tube balancing, Spleen and Kidney tonification, percussion techniques over lungs to expel the sputum. 
3. Yin deficiency chronic cough – red tongue wth little coating, dizziness, heat in body, dry mouth, thirst for cold drinks, blood in sputum or green sputum, rapid pulse.  Tonify the yin, LU BO & YU points, KID tonify, sedate Th and/or LI.  Lung percussion and diaphragm  release, rebalance Dural tube. 
For more details, see ‘Maye’s Midwifery’ (Balliere Tindall).  Recommended for expectant parents are Dr. Miriam Stoppard’s ‘Pregnancy & Birth Book’, ‘Active Birth by Janet Balsakas, Bob Flaws ‘The Path of Pregnancy’, the latter giving a traditional Chinese medical viewpoint.  ‘Tsubo’ by Namikoshi, ‘Acupuncture Medicine’ by Yoshiaki Omura, the ‘Shiatsu-Do Handbook’ by Ray Ridolfi, ‘Macrobiatic Home’ remedies by Michio Kushi, ‘Endometriosis and Infertility’ by Bob Flaws.  Hara Diagnosis: Reflections on the Sea by Kiko Matsumoto and Stephen Birch. 

CASE STUDY – MRS A
A is 34 married and trying to conceive her first child.  She is of slight build very pale with a dark hue and dark circles under her eyes.  She is quietly spoken with a soft voice and is not very forthcoming.  She has come for Shiatsu to aid her recovery after surgery and to support her whilst she is trying to conceive.  She works in production for the B.B.C.  It’s a pressurised work environment in which personal problems or illnesses are not supported, she has difficulty asserting herself at work.  She has a close relationship with her parents, her partner is finding it difficult to relate to her feelings after surgery.  She feels emotional tearful and exhausted.  
A has a healthy varied diet and exercises regularly.  She smokes 5-10 cigarettes a day.  She is normally calm but finds she becomes irritable premenstrually. MEDICAL HISTORY 
A and her partner have been trying to conceive for 3 years.  She had a dye lap which discovered endometriosis.  She has a history of menstrual problems with painful heavy periods, pain starting before menstruation and carrying on nearly all the way through.  Her breasts would also become swollen and tender around her period.  She has suffered on and off with lower back -ache, worse at night. 
She had surgery a month before coming for treatments on her uterus for the endometriosis and is now taking drugs to enhance ovulation.  They are thinking of going for IVF, the drugs to stimulate ovulation may only be taken for a maximum of 1 year and she had started taking them 6 months before her surgery. 

PRESENTING SYMPTOMS 
Since her surgery, A is still getting stabbing pains in her lower abdomen and uterus.  She is fatigued physically and emotionally.  Normally a good sleeper, she goes to sleep and wakes up at 2-3 am, feels tearful and worries about treatment and conceiving.  She has also been feeling irritable, short tempered, worse since taking drugs for ovulation. 
A, feels and dislikes the cold, has to urinate often, which is clear and more at night.  Since her surgery her lower backache has got worse.  She is also holding tension around her shoulders. 

PRESENTING IN PREGNANCY 
Feeling very tired, her movements are slow, she has oedema mainly in her lower body, legs and feet, weak aching knees and lower back, she is also suffering from a lot of breathlessness. 
DIAGNOSIS T.C.M. 
In T.C.M. terms Endometriosis is linked to stagnation of liver blood.  A’s history of P.M.S. heavy painful periods, painful swollen breasts, difficulty asserting herself, unhappiness, irritability and stressful work situation could have resulted in stagnation of Liver Qi.  Liver Qi stagnation would have interfered with A’s menstruation as liver regulates menstruation, which over time probably led to liver Blood stagnation and the more serious condition of endometriosis.  During her medical treatment A experienced feelings of short temper 
and irritability which were the affect of taking ovulation drugs.  It is probable that these drugs would further influence her liver Qi stagnation as during this time she was irritable and began to wake between 2 and 3 am.  
(Liver time). 
Also has signs of kidney Yang deficiency this is shown by her feelings of cold, especially in her limbs, aversion to cold and lower back ache, exhaustion, darkish complexion and dark circles under her eyes, difficulty in becoming pregnant, her frequent urination clear in colour, quiet voice little desire to speak  and lack of ability to assert herself, all reinforce a kidney Yang deficiency present. 
From the onset of pregnancy, the oedema in the lower part of her body was accompanied by tired weak legs and knees. 
Poor kidney Qi also account for A’s symptoms of breathlessness as it is the kidneys which grasp the Qi of the lungs. 
The liver blood stagnation and kidney Yang deficiencies would also account for poor spleen function.  The loss of blood during surgery, and worry about becoming pregnant could have contributed to weakening A’s spleen Qi.  Her deep fatigue and stabbing pains in lower abdomen show that the function of the spleen to raise the Qi is impaired. 
During treatments I used visual diagnosis.  In treatment 4 I used Zen Hara diagnosis.  A’s kidney channel and spleen were depleted and liver energy stuck around shoulders, legs and pelvis, which appears to support the T.C.M. diagnosis. 

TREATMENTS 
Treatment 1.  02/03/04   
A looked depleted, dark circles under her eyes, collapsed posture, energy looked flat, spleen, kidney meridians low.  Treatment focus to support spleen, kidneys.  I included kidney 1, spleen 6 for this. 
Treatment 2 & 3.   09/03/04  16/03/04 
Energy held around hips, shoulders.  Full liver/GB gentle dispersing, rotation, stretches, massage.  Using liver 13 to eliminate stagnation, harmonise spleen.  Liver 3, GB 34 were effective to smooth flow of Qi.  To tonify spleen, kidneys I used Kidney 7 to strengthen kidney Yang, Kid 6 Nourish Uterus, spleen 3 to tonify.  Spleen 10, bleeding and pain due to Stagnation of blood. 
Treatment 4  30/03/04   
A had a cold, lung was Kyo in hara diagnosis.  I continued to use points to tonify kidneys.  GV4 BL 23, Tonify Yang.  I added Lung 1 for lungs, and ease coughing.  Also dispersed Liver, GB. 
A similar pattern continued for treatments 5, 6, 7, pm 06/04/04, 20/04/04, 27/04/04. 
By number 7 A’s kidney energy was much improved.  She looked more robust, circles under eyes gone, spleen less depleted. 
Recommendation:  I showed A Makaho kidney B1 stretch, liver GB complementary. 
After treatment 7, A had a break while having IVF.  She’d be taking hormones, and didn’t want to disturb this process. 
Treatment 8  10/08/04 
A is 12 weeks pregnant with twins, has a strong connection with babies.  During treatment, 9, 10, 11 on 07/09/04, 05/10/04, 09/11/04.   My focus was to support her pregnancy, ease breathlessness.  I supported kidneys, working KID-UT and PV using HP6 and spleen 4 to balance PV.  Holding Kidney 3, BL23 gently, 
Kidney 7 for oedema.  I gently mobilised her joints.  Recommended sitting with legs up – gentle massage. 

TREATMENT RESULTS 
During her course of treatments A experienced the following change in appearance, she lost dark circles under her eyes and dark hue to her face and expressed herself with a clearer louder voice.  She looked more vital and robust.  By treatment 5, A had stopped smoking and found she was able to express her irritability more openly at work, became more organised and decisive, a change her colleagues commented on. 
She felt much more energy and noticed a definite change after first treatment.  Her back became stronger and less achy and the stabbing pain in her abdomen stopped.  By treatment 7 these improvements had consolidated to the point at which she felt confident to start her IVF.  She had a successful first round of IVF treatment.  Her chronic pattern of kidney spleen deficiencies manifested during the pregnancy showing in oedema in the lower part of the body, painful knees, tiredness and breathlessness, but these were stabilised by the Shiatsu without the need of medical intervention.  

CONCLUSIONS 
A felt an immediate effect from receiving Shiatsu, feeling much more stable, vital and able to express herself more fully.  This gave her a settled basis to embark on her IVF. 
After successfully becoming pregnant she had a full term pregnancy, and gave birth by caesarean to healthy twins, that weighed the same as single babies.  They are now all home safely and doing well. 
Heidi Armstrong